Wake up from the drift

2012, 4'22''

ita

L'umanità si sveglia da un lungo sonno e si trova alla deriva: la sua casa non ha più fondamenta e vaga sul mondo, in avaria, nell'occhio del ciclone, trascinata da mille venti. Nessun luogo al mondo è più il suo luogo, il legame con la terra sembra irrecuperabilmente incrinato, intanto il declino della società procede, cieco, ed i popoli continuano a correre una corsa senza senso, nel vuoto più scuro, senza che qualcuno sappia più da dove viene e dove stia andando. Un rumore infinito avvolge la condizione a cui l'uomo sembra essere condannato.

 

eng

The Lino Strangis research is to the continuous following of a total art metaphor and allegory of depths philosophical concepts. In this work the humanity (symbolized by a great eye)  wakes up from a long sleep (the last thirty years of history during which we assisted to the total loss of the values) and it realizes to be adrift: its house doesn't have foundations anymore and vague on the world without finding place, while the insane run of the people continues without origin neither finishing line and the existence is wound by an endless noise.

Wake up from the drift (12).jpg

© 2018 curated by Veronica D'Auria