Rivelazione AntropoEccentrica

Rivelazione AntropoEccentrica

di Lino Strangis

 

Installazione interattiva + performance live

Opera di realtà virtuale “Rivelazione AntropoEccentrica”

Un'ambientazione in 3D realizzata in ogni sua parte dall'artista e perlustrabile in prima persona, un luogo rituale, dimensione parallela, apparizione allegorica in cui il fruitore è immerso a 360 gradi. Il titolo indica l’esperienza dell'odierna umanità nello scoprire di non essere il centro dell’universo e tende alla riconsiderazione della sua condizione esistenziale: in questa epoca di profonde mutazioni è fondamentale trovare una posizione meno antropocentrica per l'umanità, che potrà così riscoprirsi come parte di un tutto ancora pieno di mistero... Comprendendo l'importanza della dimensione relazionale che l'uomo intrattiene con i suoi simili ed in generale con l'ambiente che lo circonda è possibile scoprire una condizione in cui l'uomo, liberatosi dall'illusione di centralità nei confronti dell'esistente, "ricomprende" il mondo e se stesso come essere esteso e interconnesso. Un'esperienza multi-percettiva intensa che offre la possibilità di volare letteralmente all'interno di una grande metafora visionaria. 

4 giugno 2017

M’ARTE | Montegemoli Arte / la natura delle cose,

a cura di Eleonora Raspi,

Casa Museo e Scuderie Bicocchi, Pomarance (PI), 

Performance live intermediale "Rivelazione AntropoEccentrica" all'interno della mostra personale omonima curata da Maurizio Marco Tozzi.

In occasione della sesta edizione del festival di arte contemporanea M’ARTE | Montegemoli Arte / la natura delle cose, che quest’anno si svolgerà dal 29 maggio al 2 luglio 2017, inaugura il 2 giugno nelle sale di Casa Museo e Scuderie Bicocchi a Pomarance la mostra personale Rivelazione AntropoEccentrica di Lino Strangis, a cura di Maurizio Marco Tozzi.

Rivelazione AntropoEccentrica indica l’esperienza dell’uomo di scoprire di non essere il centro dell’universo e tende alla riconsiderazione della sua condizione esistenziale. Un'indagine, frutto del complesso percorso artistico dell'autore, rappresentata attraverso tre videoinstallazioni all'interno delle Scuderie e le sale del Museo Casa Bicocchi di Pomarance. Tre “atti” che si presentano al pubblico come una grande opera totale con la quale condividere un'esperienza molto immersiva: immagini che catturano e avvolgono lo spettatore in un mondo incantato, spesso onirico, che ritraggono una ricerca risolutiva alla diffusa crisi sociale che l'individuo vive quotidianamente. Un percorso meditativo che conduce ad una consapevolezza nella possibilità di ritrovare una soluzione, di profetizzare un mondo dove natura e umanità si rincontrano e si riequilibrano in grande serenità.
“Anche questa esperienza di Lino Strangis all'interno di M'Arte 2017 – spiega il curatore Maurizio Marco Tozzi – ha una evoluzione “filosofica/antropologica/digitale”; concedetemi questo lungo termine che assorbe tutte le essenze delle ultime creazioni dell'artista che riesce a prendere per mano il pubblico e condurlo attraverso nuovi mondi (spesso virtuali) alla riscoperta di aspetti della nostra quotidianità che la società di oggi sta profondamente affossando ed invece c'è bisogno di riportare alla luce e rivivere con gioia e coscienza”.
Rivelazione AntropoEccentrica s’inserisce perfettamente nelle forme e contenuti di M’ARTE, una residenza per artisti e creativi, quest’anno rivolta agli artisti Alessandro AMADUCCI (Torino, 1967), Laura CIONCI (Roma, 1980), Eleonora MANCA (Lucca, 1978), Franco MENICAGLI (Campiglia Marittima, 1968) e Tom MÙLLER (Basel 1975), oltre che al curatore Maurizio Marco TOZZI, al videoartista Lino STRANGIS (Lamezia Terme, 1981), al critico Christian CALIANDRO, al filosofo Leonardo CAFFO (Catania, 1988), allo studio grafico LILIGUTT di Milano (Paolo Benvenuto e Mattia Sincinelli) e alla fotografa Marta MARINOTTI (Venezia, 1994). L'edizione 2017 invita i suoi protagonisti a riflettere e lavorare sulla parola “natura”, intesa come prismatico contenitore di significati e suggestioni. Liberamente ispirato al testo lucreziano "De rerum natura", tale titolo si apre per essere affrontato da più prospettive - ora ecologica, scientifica, filosofica, religiosa o politica – e vuole suscitare una riflessione sulla realtà che ci circonda attraverso la lente dell’arte contemporanea e della cultura.
Nel corso dell'inaugurazione del 2 giugno, Lino Strangis si esibirà in una performance live intermediale "Rivelazione AntropoEccentrica": la performance di improvvisazione multimediale si sviluppa in un periodo variabile in cui l’artista in tempo reale gira-naviga (tramite le videocamere virtuali) in un ambiente 3D (visitabile anche con visori tipo Oculus Rift e HTC vive) preparato ad hoc dall’autore mentre contestualmente esegue la composizione istantanea della sonorizzazione/musiche con un sintetizzatore. Il titolo indica l’esperienza dell’uomo di scoprire di non essere il centro dell’universo e tende alla riconsiderazione della sua condizione esistenziale.

Montegemoli/Pomarance/Larderello/Volterra: 1 giugno – 2 luglio

Residenza Querceto: 28 maggio – 9 giugno

Montegemoli, Comune di Pomarance (Pisa): l’intero borgo; Pomarance (Pisa): Casa Bicocchi, Via Garibaldi 61; Larderello (Pisa): Museo della Geotermia, sala

Castello di Querceto, Comune di Montecatini (Pisa): Sala al piano terra di Accademia Libera; Volterra (Pisa): sotterranei, chiostro e sale superiori, Pinacoteca Civica

Telefono: +39 328.9364553 - Email: atp.montegemoli@libero.it

http://www.marte-montegemoli.it/  | www.prolocomontegemoli.it

FB: https://www.facebook.com/marteinresidenza/

24 Maggio 2017:

[.BOX] Videoart Project Space, Milano

"Rivelazione AntropoEccentrica" Performance Multimediale di Lino Strangis.

Proseguendo nell’ambito delle nuove espressioni mediali legate alle più interessanti ricerche in ambito audiovisivo e performativo presentiamo direttamente dalla scorsa edizione di Ars Electronica l’ultima performance multimediale di Lino Strangis "Rivelazione AntropoEccentrica".
La performance si sviluppa in un periodo variabile improvvisazione multimediale in cui l’artista in tempo reale gira-naviga (tramite le videocamere virtuali) in un ambiente 3D (visitabile anche con visori tipo Oculus Rift e HTC vive) preparato ad hoc dall’autore mentre contestualmente esegue la composizione istantanea della sonorizzazione/musiche con un sintetizzatore. Il titolo indica l’esperienza dell’uomo di scoprire di non essere il centro dell’universo e tende alla riconsiderazione della sua condizione esistenziale.

[.BOX] Dal 2010 è il punto di rifermento per la videoarte nel panorama culturale di Milano, grazie ad importanti collaborazioni strette con i migliori festival di videoarte internazionali, spazi istituzionali accademici e collaborazioni curatoriali.

[.BOX] è un progetto di Visualcontainer Italian Videoart Platform



[.BOX] Videoart project space

Visualcontainer Italian Videoart Platform
Via F. Confalonieri 11, 20124 Milano
www.dotbox.it
Telefono: +39 347 7813346 - Email: info@dotbox.it

30 marzo 2017

Essenziale. Certe volte sogno / Altri mondi 

Interno 14, Roma 

a cura di Roberta Melasecca e Ignorarte.com

performance multimediale "Rivelazione AntropoEccentrica" di Lino Strangis.

​La performance multimediale "Rivelazione antropoeccentrica" di Lino Strangis presso Interno 14 (Roma) per l'evento "Essenziale. Certe volte sogno/altri mondi" si è sviluppata in 3 ore di improvvisazione multimediale ininterrotte in cui l'artista in tempo reale gira-naviga  (tramite le videocamere virtuali) in un ambiente 3D (visitabile anche con visori tipo Oculus Rift e HTC vive) preparato ad hoc dall'autore mentre contestualmente esegue la composizione istantanea della sonorizzazione/musiche con un sintetizzatore.

Essenziale. Certe volte sogno / Altri mondi

Interno 14

Via Carlo Alberto 63 – 00185 Roma – Italy http://www.presstletter.com

www.ignorarte.com

Email: redazione@ignorarte.com

Video (estratto) della performance @Interno 14, 30 marzo 2017

© 2018 curated by Veronica D'Auria