E.T.E.R.E. Project

2014/2017: in E.T.E.R.E. Project

gruppo dedito a registrazioni in studio e live performance in cui la musica (prevalentemente elettronica ma non mancano ricerche elettroacustiche di vario genere) sperimentale si profonde in composizioni simultanee elaborate in tempo reale da tre "sintetizzatoristi" in dialogo con videoinstallazioni, videoarte e realtà virtuali.

ideato e fondato da Lino Strangis con Giovanni Paris e Roberto Liberati

Con videoscenografie, ideazioni sceniche e regia performance di Lino Strangis

E.T.E.R.E. da inizio alla sua esperienza nell'inverno del 2014 quando Lino Strangis, Roberto Liberati e Giovanni Paris iniziano ad incontrarsi regolarmente per delle sessioni di free improviasation elettronica/digitale di matrice sperimentale/contemporanea. Mentre producono decine di ore di sound art e musica elettronica sperimentale a cavallo tra l'attuale e il contemporaneo ben presto le loro performance divengono scena di interazioni tra i flussi sonori dal vivo e le ricerche nel campo della media art di Strangis (videoarte, amimazione sperimentale, videointallazioni, realtà virtuali). In breve tempo si esibiscono in varie gallerie d'arte e musei oltre che in grandi festival e manifestazioni pubbliche come SHAMANS OF DIGITAL ERA.

Le loro Performance Intermediali hanno introdotto un originale modo di conpepire i LIVE MEDIA attirandosi l'attenzione della critica d'arte.

A gennaio 2016 rilasciano il loro primo album ufficiale, edito da NEVRASSE RECORDS ottiene un ottimo successo da parte della critica musicale. A marzo 2016, mentre è già in preparazione il loro nuovo album per AMANITAINTERMEDIA (nuovo progetto di C.A.R.M.A.- Centro d'arti e Ricerche Multimediali Applicate), viene pubblicata sulla storica rivista BLOW UP, la recensione del loro primo lavoro scritta dall'esimio giornalista e critico Vittore Baroni.

E.T.E.R.E. è un progetto rivolto alla free improvisation intermediale basato sull'uso delle tecnologie elettroniche e digitali tale da accogliere nel suo processo generativo al contempo anche sonorità tribali e provenienti dalle più diverse tradizioni musicali. Un flusso sonoro estremamente cangiante capace di attraversare nell'atto performativo i più diversi approcci alla produzione sonora, abbattendo “definitivamente” la distinzione tra musica alta e musica pop in una ricerca libera da ogni sorta di limitazione di stile: ogni genere di spunto può essere parte integrante dei “discorsi” sonori del progetto E.T.E.R.E., che intende intraprendere l'esperienza della scrittura simultanea della musica in ogni possibile direzione sperimentale.

La definizione di free improvisation intermediale è usata da Strangis per tale tipo di performance che riunisce la “tradizione” dell'avanguardia musicale dell' “improvvisazione libera” portandola nel mondo elettronico-digitale odierno (tramite largo uso di sintetizzatori e software musicali) con l'elemento video in chiave sperimentale, “come scenografia, partitura aleatoria e corpo di ballo allo stesso tempo”. Il risultato è di carattere intermediale, cioè un intreccio di linguaggi capace di generare soluzioni formali in cui concretamente i vari elementi in campo si integrano non semplicemente sommandosi, ma moltiplicando le loro potenzialità in un ambiente mentale al di là delle distinzioni tra le categorie, i generi e i linguaggi artistici.

Lino Strangis - sintetizzatore, laptop, chitarra elettrica, basso elettrico, altro
Giovanni Paris - sintetizzatore, laptop, altro
Roberto Liberati - sintetizzatore
Videoscenografie: Lino Strangis
Ideazione performance: Lino Strangis

con la collaborazione di: Giulia Pellini, Ivan Gasbarrini, Veronica D'Auria, Cecilia Mati Guzzardi e Francesco Maccarinelli


soundcloud: https://soundcloud.com/e-t-e-r-e
facebook: https://www.facebook.com/ETEREproject?fref=ts
youtube: https://www.youtube.com/channel/UCnLfpkd8sLYX43xSmd1_-MA

22 luglio 2017

Circo Maniaco Festival Multiartistico II° Edizione

Magliano Sabina (RI)

E.T.E.R.E. Project e la Compagnia Stato Liquido in una performance sperimentale di improvvisazione multimediale. 

 

Il 22 luglio 2017 in occasione della II edizione di Circo Maniaco Festival Multiartistico di Magliano Sabina ETERE Project e la Compagnia Stato Liquido in una performance sperimentale di improvvisazione multimediale. Le visioni immaginifiche di Lino Strangis hanno illuminato la facciata dell’ex-convento di Santa Maria delle Grazie sonorizzate dal vivo insieme a Giovanni Paris e Roberto Liberati in relazione agli interventi di Francesco Maccarinelli. Il Festival è realizzato dal Collettivo Artistico Tropique Noir.

Circo Maniaco Festival Multiartistico II° Edizione 

Sabato 22 luglio 2017 dalle ore 19:00 alle 01:00​

Ostello Magliano Sabina

Via Mariano Falconi, 2, 02046 Magliano Sabina, Rieti

https://www.facebook.com/events/833571350141166/

17 dicembre 2016

Spin Time Labs, Roma

Mash Market - Viaggio attraverso l'Autoproduzione

Performance di improvvisazione sonora

30 settembre 2016

Doctorclip-Roma Poetry Film Festival

Estate Romana 2016

Teatro di Villa Torlonia, Roma

Performance multimediale Trans-material essence

Venerdì 30 settembre, nello splendido scenario del Teatro di Villa Torlonia, C.A.R.M.A. - Centro d'Arti e Ricerche Multimediali Applicate presenterà, nell'ambito di doctorclip - Roma Poetry Film Festival, una selezione di opere di videoarte e la “free improvisation intermediale” di E.T.E.R.E. Project.

Per la sua settima edizione doctorclip torna, il 29 e il 30 settembre, con un fitto programma di proiezioni, incontri, presentazioni, performance all'insegna dell'intermedialità: due giorni per esplorare la videopoesia nelle sue declinazioni e nelle sue derive.

Per l'occasione C.A.R.M.A. è stato invitato a presentare una rassegna di opere audiovisive di ricerca provenienti dal proprio archivio. La selezione, a cura di Veronica D'Auria, mostra attraverso una moltitudine di linguaggi audiovisivi le relazione e le sperimentazioni formali e concettuali con la verbalità, nella sua trasmissione visiva e sonora. La parola si fa immagine e voce, diviene segno e suono, punto di partenza per viaggi poetici intermediali in cui significato e significante si compenetrano e creano nuovi immaginari.

A concludere l'evento la performance di free improvisation intermediale pensata ad hoc da E.T.E.R.E. Project (Lino Stangis, Roberto Liberati, Giovanni Paris per la regia di Lino Strangis). Trans-material essence è “un modulo minimo, in epoca digitale, dell'opera Totale” (L. Strangis) “che interpreta in forma poetronica e performativa il naturale processo di trasformazione biologica dei corpi e dei linguaggi, mettendo in scena una coreografia in cui i caratteri che formano le parole, normalmente fermi sul foglio, rompono le righe e si lanciano in una danza. Una sequenza di due frasi da una lettera di Rimbaud diviene pre-testo scenico e allo stesso tempo partitura video per i performer sonori.

Un sogno di mutazione del corpo e del senso della parola scritta e parlata."

doctorclip – Roma Poetry Film Festival, realizzato nell'ambito di Romapoesia Festival della Parola 2016, con il contributo della Regione Lazio - Assessorato Cultura e Politiche Giovanili e di Roma Capitale in collaborazione con la SIAE, e inserito nell’edizione 2016 dell’ESTATE ROMANA: “Roma, una Cultura Capitale”, è il primo festival italiano dedicato alla videopoesia o Poetry Film.

DOCTORCLIP - ROMA POETRY FILM FESTIVAL - VII EDIZIONE

rassegna di videoarte & “free improvisation intermediale” di E.T.E.R.E. Project

venerdì 30 settembre 2016 ore 20:00 - 22:00

TEATRO DI VILLA TORLONIA

Via Lazzaro Spallanzani 1, Roma - www.teatrodivillatorlonia.it

C.A.R.M.A.: http://asscarma.wix.com/carma veronica.dauria@gmail.com +39 349 2304021

DOCTORCLIP: www.doctorclip.org info@doctorclip.org +39.328.1532362

Video (estratto) della performance @doctorclip, 30 settembre 2016

14 aprile 2016 

Media Art Festival

RUFA-Rome University Of Fine Arts, Roma

Performance multimediale

 

Il 14 aprile, al RUFA - Rome University Of Fine Arts in occasione del BNL Media Art Festival -che si è svolto dal 13 al 17 aprile presso il MAXXI e in altre 7 prestigiose location con 5 giorni di incontri, performance, concerti, laboratori, esposizioni, con ospiti e artisti da tutto il mondo- si è tenuta la performance di "free improvisation intermediale" di ETERE Project. La performance sonora era avvolta dalla proiezione scenografica dell'opera di realtà virtuale "Flying in the middle of nowhere" di Lino Strangis che è stata esplorata live anche dal pubblico. Potete trovare, e navigare, l'opera nel cd degli E.T.E.R.E. "The massive lightness of the essence" edito da Nevrasse Records.

Flying in the middle of nowhere è un viaggio immersivo che pervade l'ambiente e lo trasforma in una porta aperta su una dimensione VIR-ATTUALE. Una simulazione di volo in un luogo ai confini dello spazio e del tempo in un luogo, forse sacro, legato ad una umanità misteriosa protagonista di un futuro passato. Un luogo simbolico in cui i performer e il pubblico sono coinvolti mentalmente e fisicamente in una visione aerea perpetuamente in tempo reale. La composizione istantanea è tanto la benzina della navicella spaziale quanto il collante che regge la struttura di questo microcosmo metaforico e fantastico.

BNL Media Art Festival

13-17 aprile presso il MAXXI e in altre 7 prestigiose location

RUFA - Rome University Of Fine Arts (Via Benaco 2, Roma)

14 aprile 2016 ore 19:15

Fondazione Mondo Digitale, www.mondodigitale.org

Elisa Amorelli, tel. 06 42014109, cell. 338 304302, e.amorelli@mondodigitale.org

Francesca Meini, tel. 06 42014109, f.meini@mondodigitale.org

 

Video (estratto) della performance @RUFA - Rome University Of Fine Arts, 14 aprile 2016

Link a una cattura video dimostrativa della realtà virtuale https://www.facebook.com/ETEREproject/videos/1704093199863154/

11 ottobre 2015

Centro Culturale "Gabriella Ferri", Roma

Performance multimediale

5 settembre 2015 

Shamans of Digital Era

Estate Romana 2015, realizzata con il sostegno di Roma Capitale, Largo di Pietralata, Roma

Performance multimediale