Partiture spaziali. Altre musiche per altri mondi

2019, 5'29''

ita

L'opera video si potrebbe definire "musica visiva": sequenze visive composte al computer e pensate come progressioni musicali/sonore, libere dalla mimes oltre che dalla mera narratività. Musiche visive che danzano liberamente insieme a musiche sonore: questo sono le mie opere di videoarte. Da qualche anno sono giunto a quelle che ho denominato "Coreografie impossibili": composizioni audiovisive in cui i segni grafici provenienti dal mondo della musica divenivano danzatori e i danzatori divenivano segno grafico. Il progetto "Partiture spaziali" è precisamente il seguito attuale di queste ricerche.

 

 

eng

 

© 2018 curated by Veronica D'Auria